Novità

Assegnata a Nectar la certificazione Slow Brewing

Nectar

Slow Brewing è il riconoscimento di qualità più difficile da ottenere sul mercato internazionale della birra.

Anche Nectar ottiene la certificazione Slow Brewing e si unisce alle altre sette referenze già certificate dall’istituto indipendente bavarese. Si tratta di un risultato che premia il costante impegno profuso nella ricerca della qualità, un processo di miglioramento continuo che mette le persone al primo posto: sia chi produce ma, soprattutto, chi consuma le birre 32, poiché la presenza del logo Slow Brewing è garanzia di genuinità e qualità.

La birra al miele di castagno del comprensorio del monte Grappa si aggiunge alle altre birre che nel corso degli anni hanno ottenuto la certificazione Slow Brewing. Si tratta, infatti, del sigillo di qualità più difficile da ottenere sul mercato internazionale della birra poiché vengono sottoposti al giudizio di esperti indipendenti le birre e l’intero processo produttivo.

Slow Brewing, a differenza di altri istituti, esamina anche l‘azienda e le persone che la conducono. Solamente dopo aver superato numerosi e approfonditi controlli, senza compromessi, ci si può fregiare dell'indicazione che si tratta di birre di alta qualità certificata Slow Brewing.

Top